Facciamo chiarezza

Se usata correttamente, la plastica è la migliore amica del clima. Con il progetto “aVoice” e con altre campagne, ALPLA si rivolge per la prima volta direttamente ai consumatori finali, con l’intento di sensibilizzare la popolazione rispetto a un uso responsabile delle materie plastiche, viste quali materiali preziosi, e di dialogare con le persone. Fatti, argomenti e discussioni senza pregiudizi contribuiscono ad abbattere i miti che riguardano il PET e altre materie plastiche.

ALPLA si è data l’obiettivo di migliorare la cattiva reputazione della plastica. In modo onesto, consapevole e fondato sui fatti. I grandi vantaggi rispetto ad alternative come il vetro e i metalli sono infatti riconosciuti da tutti:

  • Una minore impronta di CO2: utilizzando il 100 percento di rPET è possibile ridurre le emissioni di CO2 fino al 90 percento
  • Le bottiglie PET leggere sono molto stabili e infrangibili e spiccano anche in termini di maneggevolezza e sicurezza, durante il trasporto e nella vita quotidiana
  • Le materie plastiche sono convenienti, versatili e igieniche

“LA CONOSCENZA SI CREA SPIEGANDO LE COSE. L’ECOLOGISMO DI FACCIATA E LE POLEMICHE NON CI INTERESSANO – IL NOSTRO OBIETTIVO È QUELLO DI CONVENCERE CON I FATTI E DI DARE VITA A UNA NUOVA CONSAPEVOLEZZA. È PROPRIO QUESTO LO SCOPO DI ‘AVOICE’”.

Austria

In Austria, la campagna “aVoice” punta su dei nuclei tematici principali. Tra le altre cose, degli spot televisivi che riguardano la sede centrale ALPLA nel Vorarlberg e nella capitale austriaca illustrano i vantaggi degli imballaggi di plastica in termini di riduzione degli sprechi di alimenti, funzionalità e riciclaggio. Gli spot sono supportati anche da diverse campagne online sulle reti sociali.

alpla.com/de/foodwaste

Austria

Con l’iniziativa Challenging Plastics, gli impatti ecologici di diversi materiali di imballaggio per diversi prodotti vengono confrontati tra loro, tenendo sempre conto dell’intero ciclo di vita. Alla base di tutto si trova una documentazione scientifica.

https://www.challengingplastics.com/de

https://www.instagram.com/challengingplastics/

Messico

In Messico, ALPLA ha un ruolo pionieristico nel riciclaggio e gestisce diversi stabilimenti di riciclaggio. Tuttavia, la quantità di plastica raccolta e riciclata è ancora troppo bassa. Con “Vida Circular” si punta a migliorare la consapevolezza dell’importanza del riciclaggio e dell’economia circolare. Anche attiviste e attivisti ecologici, ricercatrici e ricercatori hanno voce in capitolo.

https://vidacircular.org.mx/

Spagna e Portogallo

La campagna percorre strade decisamente inusuali in Spagna e in Portogallo. In questi Paesi è stato sviluppato un sito web che si ricicla e si ricrea completamente a intervalli regolari. Sul sito web sono presentati progetti e imprese che si occupano di sostenibilità ed economia circolare in relazione alle materie plastiche.

https://unawebconmuchasvidas.com/

Germania

Ispirati dal motto #DASKANNKUNSTSTOFF (“le possibilità della plastica”), il nostro obiettivo è quello di far conoscere meglio i vantaggi della plastica nei diversi ambiti della vita alle consumatrici e ai consumatori. I vantaggi vanno dal settore degli alimenti a quello dei farmaci, dagli indumenti allo sport, dal tempo libero agli imballaggi.

https://das-kann-kunststoff.de/

Austria

Dopo “Stop Food Waste”, la nuova campagna in Austria si occuperà del tema “Handling Advantages”. L’attenzione si concentrerà su due ambiti tematici: “Sicurezza in casa” e “Bottiglie solide”.

https://www.sichere-flasche.at/

https://www.starke-flasche.at/

Polonia

La campagna #rePETujemy è iniziata già all’inizio del 2021 in Polonia. Ha fatto un certo scalpore ed è stata anche criticata per questo motivo. Tuttavia, è riuscita a entrare in contatto con i consumatori e a far nascere una discussione sul valore della plastica quale materiale. Come per tutte le campagne, l’idea fondamentale è quella di presentare degli argomenti validi e di aumentare così la consapevolezza dei consumatori.

https://repetujemy.pl/

Italia

Il motto “La plastica è cambiata. Cambia idea sulla plastica”. è stato scelto per l’Italia. L’osservatore dovrebbe essere convinto con dei contenuti illustrativi sulle reti sociali, sui siti web e sulla stampa e portato quindi a cambiare il proprio modo di pensare.

Blog – La plastica è cambiata (laplasticaecambiata.it)